• Tempo di Lettura:2Minuti

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali si segnala che al Museo di Roma a Palazzo Braschi, ha appena aperto al pubblico la mostra UKIYOE. Il Mondo Fluttuante, un affascinante viaggio nella produzione artistica giapponese di epoca Edo attraverso una selezione di 150 capolavori tra dipinti, rotoli, ventagli, stampe e oggetti della tradizione nipponica. Visitabile fino al 23 giugno.

Nell’ambito di Quotidiana, il programma espositivo sull’arte italiana contemporanea promosso dalla Quadriennale di Roma che si tiene alle sale del piano terra del Museo di Roma a Palazzo Braschi, dal 23 febbraio al 17 marzo, per la sezione Portfolio, Chiara Enzo espone una selezione di dipinti di piccole dimensioni sulla rappresentazione del corpo come superficie ambigua e di confine.

Alla Galleria d’Arte Moderna di via Crispi invece, dal 24 febbraio al 26 maggio si potrà vedere la nuova mostra Reality Optional. Miaz Brothers con i maestri del XX secolo presentata in collaborazione con Wunderkammern Gallery, che espone le opere dipinte dal duo artistico Miaz Brothers, per lo più inedite, offrendo al pubblico un viaggio immersivo nel regno della percezione.

Al Museo dell’Ara Pacis è stata invece prorogata al 17 marzo Helmut Newton. Legacy, esposizione nata in accordo con la Newton Foundation e curata da Matthias Harder e Denis Curti, che attraverso circa 250 fotografie, riviste e documenti racconta con un nuovo sguardo l’unicità, lo stile e il lato provocatorio del celebre fotografo.

Tra le altre iniziative della settimana, sabato 24 febbraio alle 10.00, al Museo di Casal de’ Pazzi, si svolgerà l’attività didattica Come ottenere il passaporto pleistocenico, rivolta ai bambini dai 3 agli 11 anni e a cura dei ragazzi de Servizio Civile con il supporto di Gian Luca Zanzi e Letizia Silvestri. Previsti una visita interattiva al giacimento preistorico musealizzato e laboratori a tema preistorico. Nella stessa sede, è possibile visitare Un viaggio particolare… Dal fiume al mare, un nuovo percorso espositivo multisensoriale permanente che presenta la vita quotidiana di un gruppo di neandertaliani ricostruita su tavole illustrate a rilievo, attraverso stampe tiflodidattiche e traduzione in Braille dei testi.