• Tempo di Lettura:2Minuti

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, annuncia con malcelato orgoglio la riapertura di uno dei più importanti monumenti della Roma Antica: il Mausoleo di Augusto.

Il Mausoleo di Augusto è una delle opere più imponenti della Roma Imperiale ed è anche l’opera architettonica a pianta circolare più grande di tutto il Mondo Antico.

Il sito, vero e proprio capolavoro di enorme valore storico e culturale, sarà di nuovo visitabile dopo ben 14 lunghi anni di lavori e restauri accurati.

Gli interventi di restauro sono stati resi possibili dalla sinergia e dalla collaborazione di più attori: un grande lavoro di squadra e l’indispensabile partecipazione, come sostegno economico, della Fondazione Tim.

“Una testimonianza significativa dell’efficacia e della lungimiranza della collaborazione tra pubblico e privato” sottolinea Virginia Raggi.

A partire dal 1° marzo, dunque, e fino al 21 aprile, data in cui si festeggia il Natale di Roma, il monumento resterà aperto gratuitamente per tutti i visitatori: nessun costo quindi per visitare una delle testimonianze più importanti della grande storia di Roma.

Per i romani, invece, l’entrata per visitare il sito resterà gratuita per tutto l’anno 2021: una occasione da non perdere per gli appassionati di storia antica e per i cittadini di Roma Capitale.

“È un regalo che faccio ai miei concittadini, potremo organizzare le visite nel rispetto delle norme anti-Covid” aggiunge la sindaca Raggi.

Al momento è in corso, dopo una fase di restauro conservativo, il piano di valorizzazione dello storico monumento.

Uno speciale itinerario, che prevede anche un percorso privo di barriere architettoniche, illustrerà tutte le fasi storiche attraversate dal Mauseleo di Augusto nel corso dei secoli mentre continuano i lavori a Piazza augusto Imperatore che presto diventerà isola pedonale e potrà così riconquistare il pregio che merita.

“In primavera, grazie alla collaborazione tra Fondazione TIM e Sovrintendenza, i visitatori potranno inoltre navigare attraverso la storia del Mausoleo grazie alle possibilità offerte dalle tecnologie multimediali” ha aggiunto, infine, il vicesindaco di Roma con delega alla Crescita culturale Luca Bergamo.