• Tempo di Lettura:3Minuti

SANREMO. L’edizione 2021 del Festival della Canzone Italiana segna la svolta rock della kermesse simbolo della musica pop italiana. La band romana composta da Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi e Ethan Torchio conquista il gradino più alto del podio con il brano Zitti e buoni.

Secondo posto per Fedez-Michielin, terzo per Ermal Meta. Per lui anche il Premio Bigazzi per la miglior composizione musicale. Il Premio Mia Martini va a Willie Peyote, il Premio Lucio Dalla a Colapesce e Dimartino. Miglior testo a Madame.

Sanremo: serata conclusiva


L’Inno di Mameli risuona nel Teatro Ariston vuoto. La Banda musicale della Marina Militare apre la serata finale della 71° edizione del Festival.
Ha salutato il pubblico Zlatan Ibrahimovic, vera e propria rivelazione, che nel suo monologo ha interpretato un testo sul successo: Se non fai sfida con te stesso non puoi crescere. E quando scendi in campo poi vincere o puoi perdere. Ho giocato 945 partite, ne ho vinte tante, ma non tutte. Ma il fallimento non è il contrario del successo, è una parte del successo. Fare niente è il più grande sbaglio. Questo non è il mio Festival, è il Festival dell’Italia intera, la mia seconda casa.
Si conclude anche il progetto creativo di Achille Lauro, con l’ultima trasgressiva performance in programma.

Fiorello è il prezioso compagno di viaggio che accompagna il sorridente e generoso amico Amadeus in una edizione che si era preannunciata difficile sin dall’inizio, a causa della pandemia e delle restrizioni imposte. In giacca frangiata di pelle rossa e bandana al collo l’istrionico showman omaggia Little Tony, che quest’anno avrebbe compiuto 80 anni, con un medley dei successi del cantante scomparso nel 2013. Ad accompagnarlo con una suggestiva coreografia Urban Theory, il collettivo di danza e fenomeno di Tik Tok da 600 milioni di visualizzazioni.

Fa i conti con la distanza Giovanna Botteri, inviata nelle zone di guerra. La giornalista rivive, con toni accorati, la forza che permette di andare avanti quando si è lontano da tutti. Il teatro vuoto di Sanremo non la spaventa: “La distanza non vuol dire niente, sappiamo che gli altri ci sono, noi ce la faremo sono sicura”.

I campioni olimpici Alberto Tomba e Federica Pellegrini scendono insieme le scale dell’Ariston e lanciano l’iniziativa che porta alla scelta del logo delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026.

Prima di proclamare il vincitore c’è ancora il tempo di ascoltare il talentuoso cantante pugliese Gaudiano. Il giovane cantautore ha vinto nella categoria Nuove Proposte con Polvere da sparo, canzone dedicata alla scomparsa prematura del padre e al dolore che lo ha accompagnato.

Luca Gaudiano, vincitore delle Giovani Proposte. Foto dal web