• Tempo di Lettura:2Minuti

Quest’anno non si è potuto organizzare il solito panino solidale, perché non è concesso in questa fine di anno pandemico, era un rischio per tutti volontari che si impegnano da anni, per loro e per tutti, allora ecco che parte l’iniziativa Il Panino Solidale NON SI FERMA.

La penisola Sorrentina tutta unita, da Massalubrense a Meta ha risposto solidale scatenando il sold out in anticipo in questi due giorni, il 18 e il 19. Grandi i volontari che hanno aderito all’ iniziativa, tutti si sono sottoposti al tampone antigeno, i “portatori di panino”, giovani, educati, che arrivano anche in anticipo sulla tabella di marcia, considerando l’enorme distanza che devono coprire, anche i piccoli borghi hanno risposto sì perché tra il dire e il fare conta oggi solo il solidale. Un piccolo regalo, un omaggio, il panino; è stato portato a tutto il personale medico e paramedico dell’Ospedale di Sorrento, ancor più prezioso da 7 mesi, per tutti. Il “pane” è solidarietà, è amore, si spezza e si divide sempre, specialmente in questo dicembre, aspettando Natale in un anno forse il peggiore della nostra storia, e mai dimenticare di essere “umani”.

Teniamo sempre  accesa la fiamma della speranza che si alimenta con la solidarietà, stasera si ripete sperando di rinnovare presto l’iniziativa magari adottando anche il panino sospeso.

Francesca Gargiulo