• Tempo di Lettura:2Minuti

Aurelio De Laurentiis ha rilasciato un’intervista ai microfoni del TGR Campania in merito alla riqualificazione dello stadio Maradona. Ecco le parole del presidente del Napoli:

“Avrei tanto voluto riqualificare il Maradona.  Lo studio Zavanella ha fatto un sopralluogo con me. L’unico modo per il restyling del Maradona è costruire un altro stadio all’interno dello stadio perché la distanza degli spalti dal campo di gioco diciamo che un 40-30% possono vedere bene la partita. La curva A e la curva B non vedono quasi nulla che stanno distantissime. Il che significa costruire uno stadio nello stadio. Per fare questo bisognerebbe giocare 3 anni fuori dallo Stadio per problemi di cantieristica. Quindi ho detto a Zavanella di disegnare uno stadio nuovo modernissimo.

Ringrazio anche Afragola dove mi hanno messo a disposizione ettari.  sembra assurdo portare lo stadio di Napoli fuori dal territorio di Napoli. Prego anche il Sindaco Manfredi, di coadiuvare questa mia idea di portare uno stadio modernissimo nell’area di Bagnoli, unendo anche un centro commerciale e di unire anche un centro del Napoli che da Castel Volturno sposteremo lì, 12 campi mettendoli anche a disposizione del sociale“.

De Laurentiis ha poi chiarito riguardo le tempistiche del progetto:

Poiché la bonifica di Bagnoli è iniziata lo scorso ottobre ci vogliono ancora 18 mesi, penso che tra il mio progetto (un percorso di 12 mesi) potremo mettere la prima pietra tra 18 mesi, in 30 mesi uno stadio per partecipate nel 2032 anche agli europei. Sarà in rilancio straordinario per la città.”