La notizia che in questi giorni ha fatto più scalpore, sia in America che in tutto il mondo, è sicuramente l’assalto a Capitol Hill, la sede del governo. Mercoledì sera ore italiane, i sostenitori di Donald Trump sono entrati al Campidoglio interrompendo la certificazione dei risultati del Collegio Elettorale riguardo la vittoria del neo presidente Biden. Ovviamente anche i giocatori Nba si sono esposti a riguardo, facendo anche notare la differenza del comportamento dei poliziotti contro i sostenitori di Trump, rispetto alle vicende del Black Lives Matter. Ecco alcune reazioni dei giocatori riguardo l’assalto a Capitol Hill.

Dwyane Wade 

“I neri vengono fermati e non ne escono vivi. Non possiamo dormire nei nostri letti senza essere uccisi. Non possiamo fare jogging senza essere uccisi. Non possiamo camminare per strada con le nostre felpe senza essere uccisi ma loro possono farlo???”

Draymond Green

Entrare in un edificio e sfondare finestre distruggendo tutto: non è stata una protesta, ma un attacco terroristico.” Trovo assurdo comparare queste persone con altre che affermano solamente ‘Vogliamo pace, vogliamo giustizia’. Lo trovo assurdo e ridicolo. Basta chiamare queste persone manifestanti. Non sono manifestanti, sono fottuti terroristi. Lo trovo semplicemente ridicolo. È sconcertante vedere la reazione che hanno avuto le forze dell’ordine. Vedere la Guardia Nazionale schierata durante una manifestazione pacifica di Black Lives Matter e assente durante un attacco terroristico dimostra l’arretratezza di questo paese.”

Assalto a Capitol Hill

Kyle Lowry

“Stavo leggendo…ci sono state quattro morti durante l’assalto al Congresso da parte dei rivoltosi.  L’uomo che è al momento presidente, gli ha incitati a farlo.  Quell’uomo è un criminale, e come tale dovrebbe essere processato.  In pratica ha detto alle persone di farlo, e alcune sono morte. Il punto è che le persone sono state in sostanza autorizzate a correre dentro e a prendere possesso di un edificio federale.  Se ci fossero state persone di colore sarebbe stata una situazione completamente diversa.”

Assalto a Capitol Hill

LeBron James

Lo capite ora? Io conosco la risposta, voi ancora no perché, qualunque cosa accada, ancora non sarete giudicati, guardati come pazzi, incatenati, picchiati, impiccati, colpiti a morte a causa del colore della vostra pelle! Viviamo in due Americhe ed è stato chiaro al massimo in diretta ieri, nella capitale del nostro Paese al Congresso!”

Assalto a Capitol Hill