• Tempo di Lettura:2Minuti

La Sprint Race di Austin, Texas è stata vinta da Maverick Vinales. Si tratta della seconda vittoria del pilota spagnolo nella gara breve della stagione MotoGP 2024. Subito dopo la gara, il pilota dell’Aprilia ha condiviso le sue sensazioni: “Sto sognando. Voglio continuare così. Il livello di oggi è stato straordinario. Grazie al team: la mia Aprilia si è comportata benissimo, mi sento a mio agio e abbiamo trovato la giusta direzione, lavorando anche sulle partenze. Dobbiamo scegliere le gomme per domani, ma le mie erano ancora in buone condizioni anche se 20 giri sono tanti”.

Marc Marquez ha conquistato il secondo posto nella Sprint Race della MotoGP ad Austin. Dopo la breve gara, il pilota spagnolo del team Gresini Ducati ha commentato la sua prestazione: “È stata più dura di quanto mi aspettassi: Ho avuto alcuni problemi e finché non ho capito come gestirli sono rimasto calmo, ma è stato quando non ho spinto troppo che ho migliorato il mio tempo. Dal secondo giro non mi sentivo bene sulla moto, ma in seguito sono riuscito a guadagnare mezzo secondo di vantaggio, creando un gap con gli inseguitori. Ora punterei al podio: non siamo ancora in grado di lottare per la vittoria”.

Deluso Francesco Bagnaia: la Sprint Race del GP delle Americhe si è conclusa con un modesto ottavo posto. Il campione del mondo su Ducati racconta a Sky cosa non ha funzionato: “Purtroppo non si è verificato nulla di quello che avevo programmato. Fino a questa mattina la situazione era perfetta, mentre in gara ero costantemente un secondo più lento. Avevo molte vibrazioni, era strano. Tutto è andato storto. Alla partenza ho dovuto impugnare la frizione due volte e questo ha reso la gara più complicata. Abbiamo cambiato il parafango prima della partenza, ma non ha influito sulle prestazioni. Mi mancava l’accelerazione in uscita dalle curve. Ho frenato di più, ma ho comunque faticato. Oggi le sensazioni erano terribili, ma sono sicuro che domani, anche senza toccare la moto, tutto andrà meglio: basterà cambiare la gomma. Non è una questione di setting, ma di gomme: peggio di così non può andare”.

Segui Per Sempre News anche sui social!