La squadra migliore in questo inizio di stagione è sicuramente i Philadelphia 76ers, i quali dopo 7 partite si ritrovano con un record di 7-1 e prestazioni convincenti. Nell’ultima uscita contro i Washington Wizards, i 76ers sono riusciti a vincere per 136-141, nonostante la storica prestazione di Bradley Beal che ha messo a segno il suo career high di 60 punti con 20/35 al tiro e 7/10 da tre punti. Si aggiungono anche i 20 punti, 8 rimbalzi e 12 assist di Russell Westbrook e i 17 di Davis Bertans. Per Philadelphia, una mstodontica prestazione di Joel Embiid con 38 punti, 8 rimbalzi e 5 assist e i 28 di Seth Curry con 6/7 da tre punti. Solo 3 giocatori dei 76ers non sono andati in doppia cifra, infatti sottolineamo anche i 19 di Shake Milton, i 15 di Green e i 17 e 19 punti rispettivamente di Ben Simmons e Tobias Harris. Tutto ciò fa pensare ai Wizards che hanno incassato altri 141 punti che li rendono così la squadra difensiva peggiore della lega.

Il fattore Curry

Philadelphia così secondo i numeri, è la squadra più forte al momento. I giocatori stanno vivendo un momento di forma eccezionale il tutto condito dal nuovo coach Doc Rivers che sta guidando i suoi allievi alla grande. Colui che ha impressionato più di tutti è stato sicuramente Seth Curry. Il fratello di Steph viaggia a 17 punti di media e 3 assist, ma soprattutto ciò che impressiona è il suo 54% da tre punti e 56% dal campo che lo rendono un’infallibile macchina al tiro. Ecco le sue parole dopo la partita: “Abbiamo avuto la forza di riuscire e ottenere la vittoria. Qui posso essere una vera minaccia”. Oltre alle grandi prestazioni del neo arrivato Curry, si aggiungono quelle del loro leader Embiid che viaggia a una media di 25/11/3, dominante in difesa e in attacco. Ecco le sue parole riguardo il suo parziale di 8-0 che ha portato Phila alla vittoria: “Mi pagano per prendere controllo della partita, mi pagano per dominare”.