• Tempo di Lettura:3Minuti

La terza tappa del Giro d’Italia, l’ultima in terra Ungherese, partita da Kaposvar e per raggiungere Balatonfured è stata vinta da Mark Cavendish. Il corridore della Quick-Step Alpha Vinyl grazie ad una perfetta volata ha battuto tutti i suoi avversari. Ottimo lavoro di Morkov e di Ballerini che hanno lanciato l’inglese alla perfezione. Secondo posto per Arnaud Démare della Groupama-FDJ e Fernando Gaviria della UAE Team Emirates. Male Jakub Mareczko dell’Alpecin-Fenix che era uno dei favoriti, ma ha perso la ruota negli ultimi metri di corsa. Resta in maglia rosa Mathieu Van der Poel della Jumbo Visma.

Da registrare la fuga di Samuele Rivi della Eolo-Kometa e Mattia Bais della Drone Hopper-Androni Giocattoli, ma sono stati ripresi dopo oltre 170 chilometri dal gruppo dei migliori. E’ stata una tappa molto lenta con gli uomini di classifica che hanno sempre accorciato con i loro gregari. Una frazione lenta che però ha regalato emozioni ai tifosi accorsi nelle strade ungheresi. 

Ottima la prestazione di Filippo Tagliani della Drone Hopper-Androni Giocattoli che ha conquistato il traguardo volante prendendo secondo e abbuoni per la classifica per la maglia ciclamino. Secondo posto per Samuele Rivi della Eolo-Kometa e Mattia Bais della Drone Hopper-Androni Giocattoli. Questo secondo traguardo volante è lo stesso di quello precedente e di conseguenza il corridore italiano della squadra italiana punta decisamente alla classifica per velocisti.

Il GpM di Tihany è stato vinto da Eenkhoorn della Jumbo Visma e davanti a Rick Zabel della Israel-Premier Tech. Grazie a questo secondo posto il figlio d’arte è il nuovo leader della maglia azzurra. Domani ci sarà il giorno di riposo per consentire agli organizzatori di trasferirsi dal paese Magiaro in Italia. Infatti martedì i corridori ripartiranno il percorso alla volta di Verona dalla Sicilia.

Le parole di Mark Cavendish ai microfoni di RaiSport: “sono molto contento. Prima spinto di un grande giro. Non male perché specialmente ora che sono più Vecchio! la squadra ha fatto un lavoro impressionate. Hanno tirato tutto il giorno e i miei compagnia di squadra mi hanno aiutato fino alla fine. Ballerini per me è l’uomo del giorno. Ho iniziato il mio sprint , 300 metri dalla linea e sono contento per questa vittoria”.

Ordine d’arrivo della terza tappa del Giro d’Italia

1. Mark Cavendish (Quick-Step Alpha Vinyl) 4h56’39”
2. Arnaud Démare (Groupama-FDJ) s.t.
3. Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) s.t.
4. Biniam Girmay (Intermarché-Wanty-Gobert) s.t.
5. Jakub Mareczko (Alpecin-Fenix) s.t.
6. Edward Theuns (Trek-Segafredo) s.t.
7. Simone Consonni (Cofidis) s.t.
8. Caleb Ewan (Lotto Soudal) s.t.
9. Alberto Dainese (Team DSM) s.t.
10. Phil Bauhaus (Bahrain-Victorious) s.t.