• Tempo di Lettura:2Minuti

I tifosi del Giro d’Italia a Torino hanno visto una sfida al limite della perfezione grazie a Jai Hindley della Bora-hansgrohe, Richard Carapaz dell’Ineos Grenadiers, Vincenzo Nibali dell’Astana Qazaqstan e Simon Yates della BikeExchange-Jayco. Le lungo le salite sul Colle di Superga i quattro corridori hanno regalato spettacolo nei chilometri finali con attacchi e contrattacchi stupendi. La frazione del Giro d’Italia partita da Santena per raggiungere proprio il capoluogo piemontese è stata vinta da Simon Yates della BikeExchange-Jayco. Il ciclista inglese nei chilometri finali ha combattuto alla pari coi suoi compagni di fuga e a Torino ha alzato per primo il traguardo.

Wilco Kelderman, Emanuel Buchmann, Jai Hindley della Bora-hansgrohe, Richard Carapaz dell’Ineos Grenadiers, Vincenzo Nibali dell’Astana Qazaqstan, Mikel Landa, Pello Bilbao della Bahrain-Victorious, Jan Hirt, Domenico Pozzovivo dell’Intermarché-Wanty-Gobert, Simon Yates della BikeExchange-Jayco, Juanpe Lopez della Trek-Segafredo e Joao Almeida dell’UAE Team Emirates.

Juan Pedro Lopez della Trek Segafredo è crollato sulla prima salita del Colle di Superga. La sua leadership è stata un gran principio per i suoi obiettivi futuri.

In vista del primo GPM di giornata Diego Rosa dell’Eolo-Kometa ha battuto Ignatas Konovalovas della Groupama-FDJ e Joe Dombrowski dell’Astana Qazaqstan.

Wilco Kelderman della Bora-hansgrohe ha conquistato il GPM del Colle di Superga (2a cat.). Secondo Jai Hindley e terzo Emanuel Buchmann sempre della squadra tedesca.

La seconda salita sul Colle di Superga i tifosi assiepati sulle strade hanno assistito all’attacco feroce di Richard Carapaz dell’Ineos Grenadiers che ha transitato per primo sulla famosa montagna piemontese. Secondo posto per Pello Bilbao Bahrain Victorious e Joao Almeida della Uae Team Emirates.

Non sono partiti a causa di vari problemi Giacomo Nizzolo dell’Israel-PremierTech, Cees Bol della DSM e Alexander Krieger dell’Alpecin-Fenix, mentre durante la tappa si è ritirato Tom Dumoulin della Jumbo Visma.

Ordine d’arrivo 14 tappa del Giro d’Italia

1. Simon Yates (BikeExchange-Jayco) 3h43’44”
2. Jai Hindley (Bora-hansgrohe) +15″
3. Richard Carapaz (Ineos Grenadiers) s.t.
4. Vincenzo Nibali (Astana Qazaqstan) s.t.
5. Domenico Pozzovivo (Intermarché-Wanty-Gobert) +28″
6. Joao Almeida (UAE Team Emirates) +39″
7. Mikel Landa (Bahrain-Victorious) +51″
8. Pello Bilbao (Bahrain-Victorious) s.t.
9. Emanuel Buchmann (Bora-hansgrohe) +1’10”
10. Juanpe Lopez (Trek-Segafredo) +4’25”

Classifica generale Giro d’Italia

1 Richard Carapaz INEOS Grenadiers 58h 21′ 28”
2 Jai Hindley BORA – HANSGROHE +7”
3 João Almeida UAE Team Emirates +30”
4 Mikel Landa Bahrain Victorious +59”
5 Domenico Pozzovivo Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux +1′ 01”
6 Pello Bilbao Bahrain Victorious +1′ 52”
7 Emanuel Buchmann BORA – HANSGROHE +1′ 58”
8 Vincenzo Nibali ASTANA PRO +2′ 58”
9 Juan Pedro López Trek-Segafredo +4′ 04”
10 Alejandro Valverde MOVISTAR +9′ 06”