• Tempo di Lettura:1Minuto

Sulla falsariga della prima frazione, anche la seconda tappa del Tour of the Alps, la più lunga della gara euro-regionale con partenza da Salorno (Alto Adige) e arrivo dopo 189,1 Km a Stans (Tirolo), si presenta aperta a molteplici soluzioni. Il lungo tratto di fondovalle che conduce a Vipiteno potrebbe essere reso impegnativo dal vento. La salita al GPM del Brennero verso il confine italo-austriaco è seguita da una discesa che però non presenta difficoltà, almeno fino a Matrei, quando si lascia la strada principale per imboccare la cosiddetta “vecchia strada del Brennero”, un tracciato ricco di curve e continui saliscendi.

Si raggiunge infine la valle dell’Inn per puntare verso il versante opposto, andando ad affrontare la non semplice ascesa al GPM di Gnadenwald. Lo scollinamento è posizionato a meno di 15 km dalla conclusione e ci sono tutte le premesse affinché proprio su questo tratto possa verificarsi l’azione decisiva. Si presenta di difficile interpretazione anche l’arrivo di Stans, con gli ultimi 500 metri tutti in leggera salita.