Continua il botta e risposta sul mercato tra Lakers e Nets, dall’estate fino alla trade deadline. Nella serata di ieri, i Brooklyn Nets sono riusciti a firmare il free agent LaMarcus Aldridge, liberato dai San Antonio Spurs. Il veterano ha firmato a un anno di contratto al minimo salariale.

Aldridge: l’ennesimo All Star ai Nets

I Brooklyn Nets si sono assicurati così in questo mercato un team da 6 all stars ovvero: Durant, Irving, Harden, Griffin, Jordan, Aldridge. Ricordando che vi è anche l’infortunato Spencer Dinwiddie, ora i Nets hanno tutte le carte in regola per combattere per il titolo. L’unica cosa sulla quale devono lavorare i Nets è sicuramente la difesa che non sembra delle migliori, ma hanno sia esperienza, che ovviamente il miglior attacco di tutta la lega.

I Lakers rispondono con Drummond

Ovviamente i Lakers non potevano non rispondere a questo acquisto. Ecco il tweet di Adrian Wojnaroski sul neo acquisto Andre Drummond:

Once Andre Drummond clears waivers at 5 PM ET, he intends to sign with the Lakers, his agent Jeff Schwartz of @excelbasketball tells ESPN.

Il tweet spiega chiaramente che non appena Andre Drummond concluderà il suo buyout con i Cavs, egli firmerà con i Los Angeles Lakers. Questo è un acquisto di vitale importanza per i gialloviola. Il loro roster ora è il seguente: LeBron James, Anthony Davis, Montrezl Harrell, Andre Drummond, Dennis Schroder, Kyle Kuzma, Kentavious Caldwell Pope, Marc Gasol, Talen Horton-Tucker, Alex Caruso, Wesley Matthews e Markieff Morris. Un roster più che profondo, l’ideale per combattere i playoff e avanzare in classifica in un momento difficile in cui mancano sia James che Davis, out per infortunio entrambi per diverse settimane. Sarà interessante scoprire gli epiloghi della vicenda tra Nets e Lakers nelle rispettive conference. La competizione è sempre molto alta, diverse squadre possono impensierire le due. Ad Ovest abbiamo i cugini Clippers rinforzati con l’ex Rajon Rondo che andrebbe a risolvere uno dei problemi fondamentali, ovvero il playmaking. Vi sono inoltre i Phoenix Suns e gli infermabili Utah Jazz. Ad Est fa molta paura sicuramente Philadelphia con un Joel Embiid in versione Mvp e i Bucks del campione in carica Antetokounmpo. Si preannuncia un finale di regular season entusiasmante: ce la farà LeBron James a prendere la rivincita su Kevin Durant nelle finals 2021?