Inizia davvero alla grande l’avventura di James Harden ai Brooklyn Nets. Quello di ieri contro gli Orlando Magic è stato un esordio storico per il numero 13, durante il quale si è vista subito la grande alchimia con Kevin Durant e la voglia di vincere sin da subito. La partita al Barclays Center è terminata 115-122 per i Nets, con Harden che ha messo a referto una tripla doppia da 32 punti, 12 rimbalzi e 14 assist, record per un esordio. Il vero protagonista è stato anche l’onnipotente Kevin Durant che ha concluso con 42 punti con 16/26 al tiro e 5/8 da tre, una amcchina infallibile. Per i Magic da segnalare in 34 punti, 10 rimbalzi e 7 assist di Nikola Vucevic e 23 punti di Terrence Ross.

Le parole del grande duo

Sia Kevin Durant che James Harden, hanno espresso la loro dopo l’esordio storico di questa notte. Ecco le parole del Barba: “Primo giorno qui e prima partita, sono soddisfatto della mia prestazione individuale ma l’importante era la vittoria, tutto il resto verrà col tempo. […] Sono qui da sole poche ore, ma quando in squadra hai dei compagni così forti, trovare la giusta intesa diventa davvero semplice. Devo solo conoscere come giocano, come vogliono ricevere la palla. Dopo potrò essere ancora più efficiente ed evitare palle perse. KD? Di un’altra categoria. Tutto qua. Il modo in cui sta in campo e la facilità con cui segna sono eccezionali, ed io lo sono bene. Sono qui per rendergli le cose più facili, dare una mano a lui, ai nostri tiratori e ai nostri lunghi. Sono un giocatore altruista”. Si aggiungono anche le parole del 35: “La sua tripla doppia? James è stato incredibile. Ha cercato fin da subito di mettersi nelle migliori condizioni per poter giocare insieme a noi. Appena ha capito, è entrato sulla sua solita modalità offensiva ed ha cominciato ad essere aggressivo provando a segnare. Il che ci ha permesso di aprire ancor di più il campo ed essere pericolosi. È stato un facilitatore. Non vedo l’ora di riunire la nostra squadra al completo per vedere quali tipi giocate siamo in grado di costruire per tutta la squadra. Sarà difficile per chiunque raddoppiarci o arrestare i nostri pick-and-roll.”