Europa League, Betis-Milan 1-1: Suso tiene vive le speranze

SIVIGLIA – Il Milan e Gattuso ringraziano Suso. C’è bisogno del solito guizzo dell’esterno spagnolo per evitare ai rossoneri un altro ko con il Betis: il suo calcio piazzato riprende il gol di Lo Celso e permette alla squadra di guadagnare un punto nella trasferta di Siviglia. Quota 7, gli stessi dell’Olympiakos: per il passaggio ai sedicesimi adesso saranno fondamentali le partite contro i greci e contro il Dudelange. Al comando della classifica c’è proprio la formazione di Setien a 8. Un’altra brutta notizia per il Milan dopo il lungo stop di Biglia: Musacchio è stato costretto ad abbandonare il terreno di gioco in barella e con il collo immobilizzato dopo uno scontro con Kessié. E nel finale va ko anche Calhanoglu.

Betis-Milan 1-1: tabellino e statistiche

Europa League: risultati e classifiche

SUBITO LO CELSO – Non c’è Higuain e per Gattuso l’unico punto di riferimento in attacco è Cutrone: dietro giostra l’inamovibile Suso. Il Betis, che davanti offre la coppia formata dall’ex romanista Sanabria e dall’eterno Joaquin, parte subito a mille spinto dal calore del Benito Villamarin: il gol arriva al 12’ quando Lo Celso – già in rete all’andata – anticipa Rodriguez e mette dentro il bel pallone servito da Junior Firpo.

PERICOLO SANABRIA – La timidezza della squadra di Gattuso non fa che rinvigorire il gioco degli spagnoli, che vanno a un passo dal raddoppio poco prima della mezz’ora con Sanabria: l’attaccante paraguaiano però apre troppo la conclusione e non riesce a infilare la porta di Reina. La prestazione quasi impalpabile dei rossoneri continua, il centrocampo fatica a creare e anche Suso non sembra vivere una delle sue migliori serate.

FINALMENTE SUSO – Lo spagnolo sale in cattedra a mezz’ora dalla fine: prima mostra al pubblico il suo marchio di fabbrica (il sinistro a giro sul palo lontano che Pau Lopez smanaccia in angolo) e poi si rifà con una punizione morbida ma velenosa che inganna il portiere del Betis per l’1-1 della squadra di Gattuso (63’). Situazione psicologica completamente invertita con i rossoneri che fanno la partita ma con i padroni di casa che – a conti fatti – vanno più vicini alla rete del ko: basta dare un’occhiata allo scavino dalla distanza del neoentrato Guardado che per poco non beffa Reina.

MURO REINA – Brutto scontro di gioco al 79’ tra Kessié e Musacchio: ad avere la peggio è il centrale che è costretto a uscire in barella (collo immobilizzato) ed è rimpiazzato da Romagnoli tra gli applausi di sostegno di tutto il pubblico. Nel finale è tutto per tutto Betis. Il tocco sotto di Junior Firpo preoccupa i tifosi rossoneri mentre il destro di Tello li fa letteralmente terrorizzare: per fortuna c’è Pepe Reina a sbarrare la strada e a salvare la serata del Milan.

In questo articolo si riporta quanto pubblicato dal sito http://www.corrieredellosport.it/ sull'argomento indicato nel titolo.

Informativa sui contenuti pubblicati: Parte dei contenuti presenti su Per Sempre News provengono da Internet, essendo considerati di pubblico dominio, perciò qualora gli Autori fossero contrari alla loro pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione – redazione@persemprenews.it – che provvederà prontamente alla rimozione.