Europa League, Sarri da record. Siviglia, che paura! Eintracht qualificato

ROMA – Fenerbahce ed Astana, alle 16.50, aprono la maratona di una quarta giornata di Europa League avara di sorprese. I turchi, inseriti nel girone D, battono 2-0 l’Anderlecht, lo costringono a salutare anzitempo la competizione (ultimi a quota uno), si portano ad otto punti in classifica e tiferanno stasera Dinamo Zagabria per blindare il secondo posto ed ipotecare la qualificazione. I kazaki, invece, hanno la meglio sul Jablonec soltanto all’88’ (2-1 il risultato finale), portandosi provvisoriamente al comando del girone K. Discorso sedicesimi pressoché chiuso, al netto della vittoria (3-1), alle 18.55, della Dinamo Kiev sul Rennes. Primi verdetti nel girone della Lazio: vince la banda di Inzaghi, così come l’Eintracht Francoforte, che resta a punteggio pieno superando 3-2, a Cipro, anche l’Apollon Limassol.

CHELSEA E SIVIGLIA – Sorride Maurizio Sarri, che da stasera potrà fregiarsi di un invidiabile primato: l’ex tecnico del Napoli è infatti l’unico allenatore imbattuto, fra campionato e competizioni internazionali, fra tutti i colleghi dei top team europei. Il suo Chelsea vince anche in Bielorussia in casa del Bate Borisov con una rete di testa di Giroud al 52′ (ottimo l’assist di Emerson Palmieri) e conquista così il quarto successo in altrettanti incontri di Europa League. Dietro i Blues, si prende la seconda piazza il Mol Vidi, che supera fra le mura amiche il Paok Salonicco e si porta a +3 sui rivali greci. Succede di tutto invece nel girone L: al 78′, lo Standard Liegi conduce 1-0 a Krasnodar, mentre il Siviglia è avanti 2-1 sul fanalino di coda Akhisarspor. Tempo 120 secondi e i turchi trovano il 2-2 contro la formazione spagnola, mentre l’uno-due russo proietta i neroverdi in testa alla classifica. Fino all’86’, quando il calcio di rigore trasformato da Banega consente al Siviglia di rialzare la testa e di riprendersi la vetta (in coabitazione col Krasnodar).

LE ALTRE – Grande bagarre nei gironi G e I, tra i più avvincenti di tutta la competizione. Nel primo, il Villareal di Bonera Sansone non va oltre lo 0-0 a Vienna contro il Rapid, lo Spartak Mosca, invece, batte 4-3 i Rangers di Glasgow in una partita al cardiopalma (palo scozzese al 93′). La situazione in classifica recita: Villareal 6, Spartak e Rangers 5, Rapid Vienna 4. Nel secondo, invece, il doppio 1-1 fra Genk Besiktas e fra Malmo Sarpsborg lascia immutata la situazione: guidano i belgi a 7, segue l’accoppiata scandinava (svedesi e norvegesi) a 5, chiudono i turchi a 4.

In questo articolo si riporta quanto pubblicato dal sito http://www.corrieredellosport.it/ sull'argomento indicato nel titolo.

Informativa sui contenuti pubblicati: Parte dei contenuti presenti su Per Sempre News provengono da Internet, essendo considerati di pubblico dominio, perciò qualora gli Autori fossero contrari alla loro pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione – redazione@persemprenews.it – che provvederà prontamente alla rimozione.
300 x 250 – Lombardi – Post sponsorizzato