• Tempo di Lettura:1Minuto

E’ da qualche giorno che si discute sulla questione riforma della Serie A e del calcio in generale. Nelle ultime settimane questo dibattito ha aperto diversi confronti con toni più o meno accesi. Infatti la questione è molto spinosa e ci sono diversi tavoli che i presidenti voglio più o meno modificare. Si è parlato infatti di una riduzione delle squadre da 20 a 18, delle ripartizioni degli introiti dai diritti TV fino anche all’uso del VAR. Tanti temi che ovviamente hanno portato polemiche sovvertendo anche il calcio giocato. Il presidente della Figc Gabriele Gravina questa mattina all’Università di Macerata ha parlato dell’importanza delle riforme sul calcio, come ha riportato l’ANSA: “È indispensabile non sotto il profilo della superficialità legata alla semplice riforma dei campionati, ma occorre una riforma complessiva del calcio italiano. Dobbiamo riscrive delle nuove regole dello stare insieme. Dobbiamo essere espositivi per la riforma di tutto il calcio italiano a cominciare dall’aspetto economico-finanziario”.