Alpine F1 Team è giunta a totalizzare quindici arrivi consecutivi in zona punti, grazie al decimo posto di Esteban Ocon alla fine di un Gran Premio di Turchia segnato dalla pioggia. Fernando Alonso ha concluso la gara fuori dalla Top 10 a causa di un incidente con Pierre Gasly alla prima curva, che gli ha tolto ogni speranza, nonostante la promettente posizione sulla griglia di partenza.

La gara è iniziata su pista bagnata, dato che sull’Istanbul Park (5.338 km) piovigginava. Entrambi i piloti hanno effettuato una buona partenza, con Fernando che si è portato in quarta posizione all’uscita della prima curva, prima del contatto con l’Alpha Tauri di Pierre Gasly che ha provocato il testacoda dell’A521 n°14 relegandola in fondo al gruppo.

Esteban, che è riuscito ad evitare i problemi della partenza, si è ritrovato in prossimità della Top 10 dopo i primi giri. Dopo l’incidente, Fernando ha cercato di recuperare posizioni. Impegnato in questo sforzo, lo spagnolo ha toccato il posteriore della Haas di Mick Schumacher alla quarta curva, ricevendo una penalità di cinque secondi per il contatto.

La gara si è stabilizzata con poca azione su una pista sempre bagnata. Fernando ha optato per nuove gomme intermedie al trentunesimo giro e ha scontato la penalità di tempo durante il pit stop. Nel frattempo, Esteban ha continuato a fare pressione sui primi dieci, decidendo di restare in pista per tutti i cinquantotto giri della gara.

Grazie all’ottima gestione dei pneumatici, il francese è riuscito a portarsi in Top 10 e a contenere il rientro in pista di Antonio Giovinazzi, tagliando il traguardo in decima posizione, con un po’ meno di un secondo sull’italiano. Fernando ha concluso in sedicesima posizione una domenica frustrante per il duplice Campione del Mondo di Formula 1.

Esteban Ocon / Partenza: 12° – Arrivo: 10°

«È bello segnare un punto oggi, dopo un weekend difficile e una gara lunghissima. Abbiamo fatto bene a prenderci il rischio di andare fino in fondo con un solo set di pneumatici. Non capita molto spesso ed è stato piacevole concedere una pausa al team ai box oggi pomeriggio! Mi ricordo che la stessa strategia era possibile su questa pista anche l’anno scorso. È stata dura, ma i pneumatici hanno retto e i nostri sforzi sono, infine, stati ricompensati. Mi sono piaciute anche le battaglie in pista. Siamo riusciti a farci strada ed è stato piuttosto divertente. Proprio un bel punto e spero che potremo servircene per la prossima gara

Fernando Alonso / Partenza: 5° – Arrivo: 16°

«Oggi, le condizioni della pista erano particolarmente insidiose e scivolose. Purtroppo, siamo stati coinvolti in due contatti che hanno influenzato la nostra gara. Pierre [Gasly] si è trovato incastrato in curva e ha colpito il posteriore della mia monoposto e mi dispiace di aver toccato l’auto di Mick [Schumacher] alla quarta curva. Ero in fase di sorpasso, ma era molto difficile vedere tutti in quelle condizioni. Siamo stati sfortunati ed è un peccato che non siamo riusciti a trarre vantaggio dall’ottima posizione sulla griglia di partenza. Ad ogni modo, il team ha conquistato un punto e, ora, ci concentriamo su Austin, sperando che lì avremo maggior successo.»

Marcin Budkowski, Direttore Esecutivo

«Oggi, il raccolto è stato molto scarso per il team. Fernando è stato colpito da Gasly alla prima curva e poi c’è stato un altro incidente con Schumacher. Da quel momento, la sua gara è stata fortemente compromessa. Non è riuscito a trovare il ritmo, neanche dopo il graining delle gomme. Dobbiamo verificare se la monoposto non sia stata danneggiata dai due contatti. Il risultato è frustrante, in quanto partiva in quinta posizione e, lo è ancora di più, se si considera come si è piazzato Gasly. Invece, Esteban ha fatto una splendida prestazione a livello di gestione dei pneumatici. Ha fatto tutta la gara con un set di gomme intermedie per conquistare un punto. Ė un buon risultato, dato che è partito in dodicesima posizione, in una gara in cui nessuno si è ritirato. Anche se continuiamo la serie di piazzamenti in zona punti per la quindicesima gara consecutiva, abbiamo perso terreno nella lotta per il quinto posto in classifica nel Campionato. Ora ci concentriamo sul prossimo appuntamento ad Austin, dove cercheremo di rifarci

Seguiteci anche su www.persemprecalcio.it