• Tempo di Lettura:3Minuti

Max Verstappen della Red Bull ha vinto il Gp del Qatar senza nessun particolar problema. Il pilota olandese ha rafforzato la sua leadership con una gara gestita alla grande. In seconda posizione si sono classificate le due McLaren di Oscar Piastri e Lando Norris. Sesto posto per Charles Leclerc con una Ferrari in difficoltà. Prima della partenza, Carlos Sainz della Ferrari non ha preso parte alla gara di Lusail per problema al sistema di alimentazione. Allo start patatrac tra le due Mercedes con Lewis Hamilton colpito da George Russell. Il 7 volte campione del Mondo è stato costretto al ritiro per la collisione, mentre il suo compagno di squadra è precipitato nelle retrovie. Alla ripartenza Max Verstappen ha tenuto dietro Oscar Piastri staccandolo senza problemi andando ad accumulare già un vantaggio rassicurante.

Foto twitter account Formula 1

Al giro 12 ci sono state le soste con la Ferrari di Charles Leclerc che non ha azzeccato il momento e Fernando Alonso dell’Aston Martin lo ha superato in pista. Bella lotta 4 giri più tardi tra il monegasco e Norris con il ferrarista che si è difeso alla grande dagli attacchi dell’inglese, ma alla fine è stato sopravanzato. Oscar Piastri invece ha cercato di mettersi a passo di Verstappen che ha realizzato giri veloci in maniera costanza. L’altra Red Bull invece di Sergio Perez è immischiato nelle retrovie.

Foto twitter account Formula 1

La parte centrale del Gp del Qatar è stata molto statica con i piloti che hanno mantenuto i distacchi e i sorpassi non sono stati realizzati. I commissari per eccessivi track limits ha penalizzato Perez di 5 secondi. Al giro 33 escursione fuori pista di Fernando Alonso dell’Aston Martin e per poco non ha causato un incidente con Leclerc. Nelle posizioni davanti Verstappen ha un ritmo che le due McLaren non riescono a gestire con Piastri davanti Norris. Al giro 42 ritiro di Logan Sargent della Williams per problemi tecnici, mentre Lance Stroll dell’Aston Martin, Alexander Albon della Williams e Pierre Gasly dell’Alpine sono stati penalizzati anche di 5 secondi per track limits.

Foto twitter account Formula 1

Al giro 47 Verstappen ha doppiato il suo compagno di squadra mettendo la pietra tombale sulla stagione del messicano. Sussulto nell’ultimo pit stop di Verstappen che ha perso 2 secondi per una incomprensione ai box. Gli ultimi giri sono stati fotocopia della parte centrale e il pilota della Red Bull ha chiuso davanti a tutti anche in questa gara.