• Tempo di Lettura:2Minuti

Il Napoli ha pareggiato 2-2 contro la Roma dopo aver avuto maggiori occasioni da gol. La squadra campione d’Italia non è riuscita a completare la missione, ovvero quella di conquistare i tre punti, ma soprattutto di dare una sterzata alla graduatoria. Con le vittoria di Lazio e Atalanta le speranze di un piazzamento in Europa League o in Champions League si sono ridotte drasticamente. La matematica ancora non ha precluso nessun desiderio, ma recuperare adesso è complicato. Eppure contro la Roma, il Napoli ha fornito una prestazione di livello ed è stata fermata solo da Svilar in versione “saracinesca”. Il portiere giallorosso ha chiuso tutte le azioni dei partenopei con grande caparbietà e intelligenza tattica. I campioni d’Italia non sono riusciti a trovare le quadre perfette, ma nel sostanziale è un buon punto di partenza in vista del finale di stagione. Prossimo turno gli azzurri saranno in Friuli per affrontare l’Udinese.

Francesco Calzona a SKY Sport ha analizzato il pareggio tra il Napoli e la Roma, secondo big match di questa giornata di Serie A, come ha riportato il IlNapolista: “Abbiamo peccato su due episodi su palla ferma. Ho messo un difensore proprio per sopperire a questa situazione. non è bastato. Non so che dire. Sono molto felice della prestazione, prestazione di orgoglio e di qualità. Era il novantesimo, mancavano pochissimi minuti. Ho levato un ragazzo che avevo messo a partita in corso ma non ha fisicità. L’ho fatto il cambio ma non è bastato La stagione è quella che è. I ragazzi si sentono il peso addosso della situazione non eccelsa, non diciamo. Ma ho il dovere di farli allenare bene, di farli giocare a calcio. se c’è la prestazione i risultati vengono. Abbiamo concesso pochissimo a una squadra che fin qui nella gestione De Rossi aveva disegnato più di due gol a partita. Contento della prestazione difensiva, offensiva. Se giochi così, di partite ne perdi poche”.