Brutta sconfitta nell’ultima notte per i Golden State Warriors di coach Steve Kerr. La partita è terminata 91-117 per i gialloviola. Sono bastati solo 20 minuti a LeBron James per chiudere questo match, con 19 punti, accompagnato dai 13 di Morris e i 12 di Schroder. Nei Warriors si salva forse solo Curry con 16 punti e Oubre con 14, seguiti dai 18 di Eric Paschall, fatti tutti in garbage time. Partita a senso unico sin dal primo minuto di gioco. Nel primo quarto infatti i Lakers grazie a Gasol e James, mettono a segno un parziale di 17-5 che ammazza la partita.

Le parole di Coach Steve Kerr

Ecco le considerazione del coach, e successivamente di Steph Curry, sulla sconfitta di ieri:

”Arrivavamo da tre vittorie consecutive, in fiducia, tutti col morale alto. Per questo sono molto, molto sorpreso da questa prestazione. Sono nella lega da abbastanza tempo per sapere che ci saranno una manciata di partite del genere ogni anno, partite che appaiono inspiegabili. Non ci si spende troppo tempo sopra. La si butta nel WC e si va avanti.”

Ecco invece le parole del numero 30:

“Draymond ce l’ha detto all’intervallo: dopo tre finali vinte le squadre vogliono ancora batterci e vogliono farlo cercando di dominarci. Tutti hanno ancora ricordi degli ultimi cinque, sei anni. Credo che le avversarie non avranno in mente la nostra scorsa stagione. E questa è una grande cosa per noi perché, si spera, torneremo dove intendiamo essere… e fare paura di nuovo.”