• Tempo di Lettura:5Minuti

Manca sempre meno all’inizio del consueto appuntamento tennistico con Wimbledon, il terzo Slam stagionale e il più antico della storia di questo sport.

Il prossimo 27 giugno inizieranno le sfide del tabellone principale, in cui sono state già annunciate le 32 teste di serie. Intanto sono già partiti i match di qualificazioni dove, tra gli altri, 16 azzurri cercheranno di accedere al main draw.

In vista della prestigiosa competizione londinese, i tifosi sono pronti a fare pronostici sugli atleti che probabilmente arriveranno alle fasi finali del Major. Soprattutto su Twitter, sono balzati in cima alle tendenze i nomi di alcuni protagonisti del circuito, scatenando un vero e proprio toto-Wimbledon.

Prima di partire con l’elenco degli atleti maggiormente nominati dagli appassionati di tennis, occorre fare un passo indietro, ossia specificare chi invece sappiamo non prenderà parte a Wimbledon.

E’ infatti ormai una certezza l’assenza del n. 2 del mondo Alexander Zverev, che si è infortunato alla caviglia in seguito alla brutta caduta costatagli la semifinali del Roland Garros, dove sfidava Rafael Nadal.

Oltre al tedesco, gli altri giocatori che hanno dato forfait nonostante l’ingresso diretto nel main draw sono: Dominic Thiem (343 ATP), Lloyd Harris (47 ATP) e Roger Federer. La leggenda svizzera, ormai n.96 del ranking, non partecipa ad un torneo dal 7 luglio dello scorso anno, quando fu battuto proprio a Wimbledon da Hubert Hurkacz.

I favoriti a Wimbledon

Dunque, la stragrande maggioranza dei tennisti parteciperà allo Slam di Church Road, nonostante quest’anno l’ATP ha stabilito che il torneo non assegnerà punti in classifica. Ciò non ha scoraggiato il campione in carica Novak Djokovic, che giocherà all’All England Club nonostante non possa difendere i 2000 punti conquistati l’anno scorso. E proprio il suo è il nome maggiormente pronunciato dai tifosi a cui viene chiesto di nominare un favorito per l’imminente competizione.

A quello di Nole, attualmente n. 3 del ranking, si aggiunge quello di un altro ex numero 1. E’ ovviamente Rafael Nadal. Lo spagnolo quest’anno ha conquistato il 21esimo e il 22esimo titolo Slam in carriera (Australian Open e Roland Garros), portandosi in vantaggio rispetto ai 20 di Djokovic e Federer. Se quelli dello spagnolo e del serbo possono sembrare nomi banali da prendere in considerazione, i tifosi hanno quest’anno avuto modo di vedere all’opera alcuni atleti che sull’erba stanno dando filo da torcere ai big del circuito.

Stiamo parlando del n.10 Hubert Hurkacz. In virtù della vittoria su Daniil Medvedev (che non ci sarà in quanto russo, così come Rublev) in finale ad Halle, si merita di entrare nella lista. Il polacco non è il solo che sta brillando sulla superficie verde tanto da immaginare un exploit a Wimbledon. In tal senso, è impossibile non menzionare anche il numero uno azzurro Matteo Berrettini che, dopo tre mesi di stop e un’operazione chirurgica, ricomincia a giocare in forma ottimale. Nel suo primo torneo dopo la pausa, quello di Stoccarda, riesce ad arrivare in finale, dove sconfigge l’ex numero 1 inglese Andy Murray. Una settimana dopo, si presenta al Queens in qualità di campione in carica, finendo per vincere anche il prestigioso ATP 500. Insomma, alla luce di questi risultati e della predisposizione del suo gioco sull’erba, ‘The Hammer’ è ritenuto un papabile finalista. Senza dimenticare che lo scorso anno è stato il primo italiano nella storia a raggiungere la finale di Wimbledon, dove è stato fermato da Djokovic.

Gli altri nomi

Lo stesso non vale per il connazionale e n.2 azzurro Jannik Sinner, il cui drastico cambiamento nello staff tecnico potrebbe non favorire la sua prestazione. Il pensiero comune è che all’altoatesino servirà un pò di tempo per prendere confidenza con le nuove aggiunte nel team Vagnozzi. Sta di fatto che lo osserveremo al prossimo ATP di Eastbourne e ci faremo un’idea sulle condizioni in cui si presenterà al Major.

Altro nome nell’elenco dei favoriti è quello del talentuoso ma discontinuo Nick Kyrgios. Siamo sicuri che porterà un pò di show in quel di Church Road. L’atleta australiano è uno dei migliori sull’erba e non è detto che, sebbene il temperamento che spesso lo penalizza, non possa raggiungere la finale.

Anche Marin Cilic (17 ATP e un titolo Slam) è un nome accreditato, nonostante abbia perso al Queens contro il n.48 Krajinovic, (poi sconfitto da Berrettini). Alcuni vedono il croato in finale , così come i canadesi Felix Auger Aliassime (9 ATP) e Denis Shapovalov (16 ATP).

Pochi sono stati invece i tifosi che hanno fatto il nome di Stefanos Tsitsipas (6 ATP) e del talentuoso 19enne Carlos Alcaraz (7 ATP), che quest’anno ha vinto Rio, Miami, Barcellona e Madrid. Il motivo dell’esclusione di quest’ultimo è la poca predisposizione del suo gioco sull’erba. Tanto che ha deciso di saltare i tornei pre Wimbledon per prepararsi al meglio.

Su Casper Ruud (5 ATP) e Cameron Norrie (12 ATP) tutto tace. Nessuno li ha inseriti nei personali elenchi dei favoriti in considerazione dei poco brillanti risultati ottenuti nel 2022. O almeno questo è quanto vale per il secondo, perché Ruud è almeno arrivato in finale al Roland Garros.