• Tempo di Lettura:3Minuti

20 anni e un patrimonio da 150 milioni di euro. Così Jannik Sinner si appresta a diventare un giovanissimo milionario, assicurandosi un futuro sbalorditivo.

Il tennista altoatesino ha appena firmato un contratto con la Nike, già sponsor dell’azzurro, offrendogli la cifra da capogiro. Il noto marchio di calzature ed accessori sportivi avrebbe dunque scommesso sul numero 2 italiano, considerandolo il futuro del tennis nostrano. Secondo quanto riportato sulla Gazzetta dello Sport, la Nike garantisce al 20enne 150 milioni di euro per 10 anni, dunque 15 milioni per stagione.

L’accordo sarebbe stato stipulato a Roma, in occasione degli Internazionali d’Italia, dove l’altoatesino si è fermato ai quarti. Si è poi concesso qualche momento di svago presenziando alla sfilata di Gucci, che quest’anno ha avuto luogo a Castel del Monte, in Puglia.

A questo con la Nike, si aggiungono i rapporti commerciali che Sinner ha già con Lavazza, Alfa Romeo e Rolex.

Grazie all’imminente contratto, Sinner guadagnerebbe circa 20 milioni l’anno solo con le sponsorizzazioni. Con una somma tale, entra di fatto nella Top 10 dei tennisti più pagati, secondo solo alle leggende del tennis moderno Novak Djokovic, Roger Federer e Serena Williams.

Poco male per Matteo Berrettini che, nonostante sia a tutti gli effetti ancora il numero 1 italiano, non è considerato dai più come un atleta sul quale puntare così tanto. Fermo da marzo, il romano potrebbe subire un altro sorpasso da parte dell’altoatesino, che niente ha a che fare con il patrimonio economico accumulato. Bensì, con la classifica ATP: qualora Sinner dovesse arrivare agli ottavi del Roland Garros, potrebbe avvicinarsi al connazionale nel ranking. Questo perché lo scorso anno Jannik perse proprio agli ottavi di finale dello Slam francese contro Rafael Nadal. Dunque dovrà difendere solo 180 punti.

Se raggiungesse tale traguardo, nella stagione sull’erba potrebbe effettivamente sorpassare Berrettini, che non parteciperà al Major, diventando il numero uno azzurro. Sarà ovviamente una grande sfida per l’altoatesino, considerando che il 26enne è uno dei favoriti sull’erba, avendo vinto il torneo del Queen’s nel 2021, per poi arrivare in finale a Wimbledon. Diversamente, su questa superficie Sinner non ha punti da difendere, visto le deludenti prestazioni dello scorso anno. Tutto è da vedere, perché la sfida più grande per Berrettini non sta tanto nel gioco, bensì nelle sue condizioni fisiche vacillanti che da fin troppo tempo lo penalizzano.

Intanto Matteo ha già fatto un grande regalo al connazionale: in sua assenza, Jannik è stato inserito nel main draw del Garros come testa di serie. L’azzurro è già approdato allo Stade Roland Garros in attesa di disputare il suo debutto sulla terra rossa parigina. Esordirà mercoledì 26 maggio contro un qualificato, per poi affrontare il vincente del match Carballes Baena-Otte. Un sorteggio alquanto fortunato per Sinner, che agli ottavi troverebbe Andrey Rublev e ai quarti un altro russo, Daniil Medvedev. Scansati dunque i temutissimi Djokovic, Nadal, Alcaraz, Tsitsipas e Zverev.