• Tempo di Lettura:2Minuti

L’accoppiata italiana di doppio maschile, finalista agli Australian Open e semifinalista agli Internazionali d’Italia, raggiunge l’atto conclusivo del torneo parigino dopo una coinvolgente vittoria al termine del terzo set. Per la prima volta dal 1959 una coppia maschile torna in finale di doppio a Parigi. Simone Bolelli e Andrea Vavassori colgono l’impresa bissando il successo di Roma su Rohan Bopanna e Matthew Ebden.

Simone Bolelli e Andrea Vavassori si contenderanno il titolo del doppio al Roland Garros. Gli azzurri hanno sconfitto in tre set la coppia formata dall’indiano Rohan Bopanna e dall’australiano Matthew Ebden, con il punteggio di 7-5 2-6 6-2.

Dopo oltre sessant’anni, una formazione maschile torna a giocare la finale di doppio a Parigi. Simone Bolelli e Andrea Vavassori ripetono il successo ottenuto a Roma contro Rohan Bopanna e Matthew Ebden. Dopo una partita combattuta, gli atleti italiani hanno raggiunto la finale del Roland Garros. Hanno affrontato e superato la seconda coppia del tabellone, in una sfida durata poco meno di due ore. Questa vittoria rappresenta una “rivincita” della finale degli Australian Open e conferma quanto mostrato a Roma, quando gli azzurri erano riusciti a sconfiggere l’indiano e l’australiano.

Rispetto all’incontro del Foro Italico, però, la partita è stata più impegnativa per gli italiani. Pur avendo vinto il primo set, recuperando uno svantaggio iniziale, Vavassori e Bolelli hanno accusato un calo nel secondo parziale, che è andato meglio a Bopanna ed Ebden. Tuttavia, nel terzo set, è emersa la qualità e la preparazione fisica degli atleti italiani, che sono riusciti a brekkare gli avversari due volte. Il cammino degli azzurri nello Slam parigino li ha visti superare prima la coppia ungherese-brasiliana e poi il duo brasiliano, per poi sconfiggere agli ottavi di finale gli australiani Purcell e Thompson.