• Tempo di Lettura:5Minuti

A sette giorni esatti dall’inizio del Roland Garros 2022 abbiamo la certezza che i giocatori più forti del circuito saranno presenti all’appuntamento francese per accaparrarsi l’ambito titolo.

Tra i tanti top players che daranno lustro al secondo Grand Slam stagionale, ci sono tuttavia alcuni ritiri che hanno inevitabilmente destato dispiacere a tutti gli appassionati di tennis.

I forfait più importanti

Primo fra tutti, quello della testa di serie italiana Matteo Berrettini. Il 26enne romano, ancora in convalescenza dopo l’operazione alla mano destra, ha annunciato che rinuncerà al torneo parigino. L’ultima apparizione di Berrettini risale ad Indian Wells, disputatosi a marzo, dove si fermò agli ottavi di finale per poi dare forfait nel successivo Miami Open. Il numero uno azzurro è sceso così alla nona posizione della classifica mondiale. Una notizia confortante è il suo possibile ritorno sull’erba, sperando che recuperi le forze in modo ottimale in vista dello Slam britannico di Wimbledon.

Salterà l’appuntamento parigino anche il francese Gael Monfils, che ha recentemente annunciato di aspettare un figlio dalla compagna, anch’essa tennista, Elina Svitolina. Il numero 1 di Francia ha lasciato ai social la triste notizia di un problema al tallone che gli impedirà di partecipare all’Open di Lione e al Roland Garros.

“Ciao a tutti, mi dispiace informarvi che che sono costretto a rinunciare all’Open Parc di Lione e all’Open di Francia la prossima settimana. Da Monte Carlo sono alle prese con uno sperone calcaneare al tallone destro che mi impedisce di muovermi in maniera adeguata sul campo. Ho deciso di sottopormi a un piccolo intervento questa settimana, per trattare il problema prima tornare alle competizioni. Vi terrò aggiornati sui miei progrssi quando avrò ulteriori notizie.”

In sua assenza, per la prima volta in questo millennio l’Open di Francia non avrà alcuna testa di serie francese.

I favoriti

Il numero uno del mondo nonché detentore del titolo, Novak Djokovic, tenterà la doppietta all’Open di Francia. Con la vittoria agli Internazionali BNL d’Italia su Stefanos Tsitsipas, Nole è tornato a collezionare prestigiosi traguardi dopo un lungo periodo di stop. E proprio il greco ritiene che il suo avversario nella finale di Roma possa essere uno dei favoriti nel Grand Slam sulla terra rossa francese.

Tsitsipas, attualmente alla quarta posizione della classifica mondiale, ha infatti ammesso: “Secondo me i favoriti a Parigi sono Carlos Alcaraz e Novak Djokovic. Entrambi giocano un ottimo tennis. Li metterei tra i principali favoriti per il successo finale”.

Il campione di Atene non si sbilancia sul suo possibile avanzamento nell’Open di Francia, nonostante abbia collezionato ottimi risultati nelle ultime competizioni disputate. Però fa un nome, quello del giovanissimo Carlos Alcaraz, che molti ritengono sia il più papabile per la vittoria. Numeri alla mano, il neo 19enne di Murcia, già numero 6 del mondo, potrebbe effettivamente arrivare alle fasi finali del Roland Garros. Non dimentichiamoci che ha sconfitto, nello scorso Madrid Open, giocatori del calibro di Alexander Zverev, Novak Djokovic e Rafael Nadal.

Un capitolo a parte occorre dedicare a quest’ultimo. Rafa detiene il record di vittorie al Roland Garros (dal 2005, ha vinto ben 13 volte lo Slam parigino). Inoltre, cercherà in tutti i modi di non farsi sorpassare da Djokovic nella classifica di Slam vinti in carriera. Per farlo però, il maiorchino numero 5 del mondo, dovrà giocare al meglio. E, secondo quanto abbiamo visto a Roma, non ci sono molte rassicurazioni in merito. Agli Internazionali ha infatti subito una clamorosa sconfitta ad opera del n.15 ATP Denis Shapovalov, con un problema al piede che ha compromesso il terzo set.

I restanti top players

Il Roland Garros vedrà anche il ritorno in campo del numero 2 Daniil Medvedev che, dopo un intervento alla schiena, si presenterà al prossimo ATP di Ginevra per poi competere al torneo parigino. Medvedev non è l’unico russo a partecipare alla competizione. Anche Andrey Rublev disputerà il Roland Garros, nonostante non abbia eccelso negli ultimi tornei giocati. Considerando la sua posizione nel ranking, ha sorpreso la sua prematura sconfitta all’ATP di Roma contro il serbo Filip Krajinović, poi fermato da Jannik Sinner.

Sarà quest’ultimo la testa di serie italiana al Roland Garros. Dopo la sconfitta ai quarti di finale nel Foro Italico per mano di Stefanos Tsitsipas, l’altoatesino dovrà fare molto più del minimo indispensabile per arrivare alle fasi finali dello Slam francese. Tutto sommato, infortuni a parte, Sinner sta dimostrando di poter competere con i migliori del circuito, nonostante non sia ancora riuscito a vincere un match importante contro un top player. Ci era quasi riuscito con Zverev a Montecarlo ma al successivo Madrid Open sembra aver fatto passi indietro perdendo con un sonoro 6-1, 6-2 contro Felix Auger-Aliassime. Anche il promettente canadese, numero 8 del ranking, potrebbe fare molta strada a Parigi, se consideriamo il suo percorso a Roma, dove ha dato filo da torcere a Djokovic in un match davvero spettacolare. Chiude la Top 10 Casper Ruud, che riesce quasi sempre a raggiungere i quarti di finale. Il norvegese disputerà, come Medvedev, l’Open di Ginevra, mentre l’undicesimo in classifica Cameron Norrie tenterà la vittoria all’ATP di Lione.