• Tempo di Lettura:2Minuti

I sogni e le speranze di tanti italiani appassionati di tennis si sono spenti dopo il triste annuncio di Matteo Berrettini.

Il numero uno del tennis italiano non parteciperà a Wimbledon, il più antico e prestigioso torneo di tennis. L’annuncio è arrivato a poche ore dal suo esordio sui campi dell’All England Club, che lo scorso anno avevano visto l’azzurro disputare la finale contro il n.1 del mondo, Novak Djokovic.

Nonostante quest’anno il Major inglese non avrebbe permesso a Berrettini di difendere i punti conquistati nella scorsa edizione, il forfait è un boccone amaro da digerire.

Matteo era infatti tornato a giocare dopo tre mesi di stop in cui ha dovuto recuperare le forze a seguito di un’operazione alla mano destra. E il suo incredibile ritorno aveva fatto sperare in una finale bis nel terzo Slam stagionale, considerando che in tre settimane è riuscito ad aggiudicarsi due titoli.

Prima l’ATP 250 di Stoccarda, dove ha sconfitto in finale l’ex n.1 Andy Murray, poi il prestigioso ‘500’ del Queen’s, dove ha trionfato per la seconda volta battendo Botic Van De Zandschulp. Alla luce di questi risultati, in molti lo davano favorito a Wimbledon, soprattutto perché è uno dei tennisti che meglio esprimono il proprio gioco sull’erba.

E pensare che anche quest’anno avremmo potuto assistere alla finale Berrettini-Djokovic, con il primo che, mai come ora, avrebbe potuto mettere in difficoltà Nole. E invece Matteo ha contratto il Covid-19, pertanto è stato sostituto da Elias Ymer. Sarà lo svedese a sfidare Cristian Garin al primo turno dello Slam britannico.

L’annuncio di Matteo Berrettini su Instagram:

“Sono tremendamente dispiaciuto di dover annunciare il mio ritiro da Wimbledon a causa di un risultato positivo a un test per il COVID-19.Ho avuto un po’ di febbre e mi sono isolato nel corso degli ultimi giorni. Nonostante la mancanza di sintomi gravi, ho deciso di fare un altro test questa mattina per la salute e la sicurezza dei miei colleghi e di tutti quelli coinvolti nel torneo.
Non ho parole per descrivere quanto sono deluso. Per quest’anno il sogno è svanito, ma tornerò ancora più forte. Grazie per il vostro supporto.”