• Tempo di Lettura:3Minuti

Composte le liste e ufficializzati i candidati ha preso ufficialmente il via la campagna elettorale per le imminenti elezioni europee. In questi giorni gli esponenti politici dei vari schieramenti stanno girando lo stivale per presentare agli elettori i candidati dei vari collegi, in vista delle consultazioni elettorali del 8 e 9 giugno. Stamane a Reggio Calabria si è svolta la conferenza stampa di Forza Italia, presso il coordinamento provinciale del partito azzurro, dove è stata presenta la candidata di punta nel meridione Giuseppina Princi, detta Giusy. Classe 1972 di professione docente, è stata a lungo preside del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci di Reggio Calabria. La Princi ha lasciato l’incarico nel 2021, quando il governatore della Calabria, Roberto Occhiuto, l’ha nominata vicepresidente della Regione. Distintasi per l’impegno nel suo ruolo i vertici del partito fondato da Silvio Berlusconi nel 1994 hanno deciso di candidarla come rappresentate per l’Europarlamento. Per questa tornata elettorale Forza Italia correrà insieme al movimento Noi Moderati di Maurizio Lupi.

L’evento si è tenuto alla presenza del Segretario nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, e del deputato reggino Francesco Cannizzaro. Il ministro degli Esteri si trovava già in Calabria dove in mattinata ha incontrato a Pallagorio, nel crotonese, presidente albanese Bajram Begaj.

Al suo arrivo in viale Quartiere Militare il ministro degli Esteri, Antonio Tajani,si intrattenuto con i cronisti all’esterno del quartier generale di Forza Italia

In merito alle dichiarazioni del Presidente francese Macron sulla possibilità di inviare soldati in Ucraina, qualora l’esercito russo dovesse sfondare le linee del fronte, il vicepremier ha dichiarato: “L’Italia non è in guerra con la Russia, ci tengo a ripeterlo. La nostra posizione è quella di difendere la libertà e l’indipendenza dell’Ucraina. La Federazione russa ha sbagliato e ha violato il diritto internazionale, ma noi stiamo lavorando per costruire la pace. Aiutare l’Ucraina è diverso di essere in guerra, e su questo siamo impegnati come lo siamo in Medio Oriente e nel Mar Rosso per difendere il traffico marittimo commerciale visto che siamo un paese esportatore”.

Ai microfoni di Per Sempre News il vicepremier ha parlato del Ponte sullo Stretto e delle elezioni europee

Il ponte sullo Stretto è sempre stato un vostro cavallo di battaglia, quando apriranno i cantieri di quest’opera importantissima? “Noi siamo sempre stati favorevoli al Ponte sullo Stretto. Adesso il ministro competente, Matteo Salvini, lavorerà per fare in fretta. Ha il sostegno della regione Calabria e della regione Sicilia e di tutto il Consiglio dei ministri. Sicuramente il Ponte si farà, dipende tutto dal ministero”.

E in merito alle elezioni europee il segretario di Forza Italia, Tajani, ai nostri microfoni ha dichiarato: “Mi aspetto un’Europa più politica e meno burocratica. Perché la politica deve sempre assumersi le proprie responsabilità e fare delle scelte. Sia per quanto riguarda la politica in senso stretto sia per quanto riguarda l’economia”.

Di seguito il video integrale dell’intervista all’On. Antonio Tajani.

YouTube player